Vai al contenuto

Bakuchiol, un’alternativa delicata al retinolo

bakuchiol

Negli ultimi tempi, il bakuchiol si è fatto strada nel panorama cosmetico proponendosi come ingrediente skincare alternativo al retinolo. Lo ritroviamo all’interno di creme, sieri e maschere che sfruttano le sue proprietà per rendere la pelle più giovane, sana e luminosa.

Ma cos’è il bakuchiol e come agisce sulla pelle? Come utilizzarlo all’interno della nostra routine di bellezza? Vediamolo insieme.

Cos’è esattamente il bakuchiol?

Il bakuchiol è un composto organico naturale ricavato dai semi e dalle foglie della Psoralea corylifolia, conosciuta anche come Babchi, una pianta leguminosa dai fiori viola originaria delle regioni tropicali e subtropicali dell’Asia.

Nella medicina cinese e ayurvedica, questa sostanza è utilizzata da secoli per trattare diversi disturbi della pelle, tra cui l’acne e l’iperpigmentazione cutanea.

Le proprietà del Bakuchiol per la pelle del viso

bakuchiol proprietà e benefici

La cosmesi odierna considera il bakuchiol un prezioso alleato della skincare. I suoi effetti sulla pelle sono molto simili a quelli del retinolo, una somiglianza che gli ha valso il soprannome di “retinolo vegetale“.

Un anti-age naturale

Proprio come il retinolo, il bakuchiol stimola la naturale produzione di collagene ed elastina, due proteine che mantengono la pelle tonica ed elastica.

Applicandolo in modo regolare, è possibile ottenere:

  • Un’attenuazione delle rughe e delle linee sottili
  • Una grana della pelle più uniforme
  • Una pelle più luminosa

Inoltre, il bakuchiol vanta proprietà antiossidanti che contribuiscono a rallentare l’azione dei radicali liberi, molecole particolarmente aggressive che danneggiano le cellule e provocano l’invecchiamento precoce della pelle.

Miglioramento dell’acne

Il bakuchiol svolge molteplici azioni sulla pelle che aiutano a ridurre l’acne e le sue cicatrici.

  • Azione anti-microbica: aiuta a neutralizzare i batteri responsabili dell’acne.
  • Azione anti-infiammatoria: lenisce la pelle, contribuendo a ridurre l’arrossamento, il gonfiore e il dolore causati dai brufoli infiammati.
  • Azione sebo-regolatrice: riequilibra la produzione di sebo, una miscela oleosa secreta dalle ghiandole sebacee presenti nella pelle. Un eccesso di sebo, infatti, può ostruire i pori, portando alla comparsa dei comedoni.
  • Azione esfoliante: aiuta ad esfoliare la pelle, anche se lo fa in modo più delicato rispetto al retinolo. Ciò significa che rimuove dolcemente le cellule morte e le impurità che possono contribuire all’ostruzione dei brufoli.

Inoltre, il bakuchiol può essere utilizzato per prevenire la comparsa di macchie post acne e per schiarire quelle già presenti sul volto.

Riduzione delle macchie

Un altro campo d’azione del retinolo vegetale è la lotta all’iperpigmentazione cutanea, una condizione caratterizzata dalla comparsa di macchie scure sulla pelle. I prodotti a base di bakuchiol, infatti, aiutano ad inibire la formazione di melanina, la cui sovrapproduzione porta alla formazione di queste macchie.

Ma la lotta alle discromie avviene anche su un piano più esterno: l’esfoliazione delicata prodotta dal bakuchiol stimola il rinnovamento cellulare, rendendo la pelle più uniforme e luminosa.

Proprietà lenitive

Anche le pelli più sensibili possono giovare dei trattamenti a base di bakuchiol. Questo composto organico sfiamma la pelle, riducendo gli arrossamenti e il prurito. In particolare, può contribuire ad attenuare la rosacea e gli eczemi.

Protezione della pelle

Il bakuchiol ha anche proprietà rinforzanti nei confronti della barriera cutanea, la naturale difesa della pelle contro gli agenti aggressivi esterni.

Contribuisce a proteggere la pelle del viso dai fattori climatici e dai danni ambientali, compresi i raggi UV e l’inquinamento.

Bakuchiol Vs retinolo: il confronto

Molto spesso, il bakuchiol è proposto come ingrediente skincare alternativo al retinolo.

Come mai?

Punti in comune

Sebbene provengano da fonti diverse e presentino strutture chimiche differenti, il bakuchiol e il retinolo agiscono in modo simile sulla pelle.

Entrambi, svolgono un’azione esfoliante, eliminando le cellule morte e rendendo l’incarnato più uniforme e luminoso.

Un altro punto in comune è la loro capacità di stimolare la produzione di collagene ed elastina, contribuendo a ridurre le rughe e a rassodare i tessuti del volto.

Differenze

Per quanto riguarda le differenze, queste si riferiscono principalmente al loro meccanismo d’azione. Il retinolo si lega ai recettori retinoidi presenti nella struttura della pelle, mentre il bakuchiol agisce su molteplici fronti, anche se il suo meccanismo d’azione non è ancora del tutto compreso.

Un’altra importante differenza riguarda la loro sicurezza d’uso:

  • il retinolo può causare irritazione e secchezza, soprattutto nelle prime fasi di utilizzo. Inoltre, è una sostanza fotosensibilizzante: ciò significa che è sconsigliato esporsi al sole dopo l’uso.
  • il bakuchiol è più delicato ed è indicato per tutti i tipi di pelle, comprese quelle sensibili. Il suo utilizzo è compatibile con l’esposizione al sole (tuttavia, consigliamo di applicare sempre una protezione solare adeguata).

E’ meglio il bakuchiol o il retinolo?

Non esiste una risposta univoca a questa domanda. La scelta tra i due ingredienti skincare dipende da diversi fattoi, tra cui il tipo di pelle e le esigenze individuali.

In generale, possiamo dire che se hai la pelle particolarmente secca e/o sensibile, il bakuchiol, delicato e lenitivo, è senz’altro l’opzione migliore. Poiché questa sostanza non è fotosensibilizzante come suo cugino retinolo, è anche la scelta più indicata nei mesi estivi.

Dal canto suo, il retinolo risulta più efficace nei confronti dell’acne e delle macchie scure, ma può essere poco tollerato dalle pelli delicate.

Come inserire il bakuchiol nella skincare routine

Il bakuchiol è contenuto in diversi prodotti per la skincare (leggi il nostro articolo sui migliori sieri al bakuchiol). Una volta che avrai scelto il prodotto che fa per te, non dovrai far altro che iniziare a integrarlo nella tua skincare quotidiana.

Ecco alcuni consigli:

  • Applica il siero al bakuchiol sulla pelle pulita e asciutta picchiettandolo con i polpastrelli.
  • Semplifica l’assorbimento con un massaggio breve e delicato
  • Puoi utilizzarlo sia di giorno che di notte (anche in estate)
  • Proteggi la pelle utilizzando una crema con SPF (anche se il bakuchiol non è fotosensibilizzante come il retinolo, è meglio essere prudenti)

E’ importante essere costanti nell’uso del bakuchiol (ma questo vale per tutti i prodotti skincare). A seconda del tipo di pelle e della problematica che desideri trattare, potrebbero volerci dalle 4 alle 12 settimane per ottenere risultati evidenti.